venerdì 5 giugno 2009

Altri bimbi in pasta di mais





Coniglio con carota, folletto dei boschi, bimba col raffreddore ( ha il fazzoletto in mano) gemellini su scatola in balsa, addobbata a mò di torta.... ora ne ho altri in lavoro, appena pronti li posto :)

sabato 30 maggio 2009

Dopo un periodo di lunga astinenza da "creatività", causa forza maggiore....ho ripreso in mano la modellazione, ma non ho usato paste polimeriche stavolta, perché mi son voluta cimentare con la PASTA DI MAIS.
Dopo un lungo navigare in rete , alla ricerca di ricette per la sua produzione, ho fatto una specie di....mix.

Per ora la ricetta che mi è congeniale, almeno per i pupazzetti , è la seguente :

2 bicchieri usa e getta colmi di MAIZENA ( si trova nei supermercati, nel reparto dolci)
2 bicchieri usa e getta colmi di colla vinilica , stemperata con 2 cucchiai di acqua fredda( io ho provato varie marche, ma mi trovo meglio con la VINAVIL TAPPO ARANCIO)
2 cucchiai di olio di vaselina ( trovato anch'esso da Castorama)
2 cucchiaini di essenza profumata a piacere, oppure 1 cucchiaio di succo di limone fresco.

Il bello della pasta di mais è che non serve cottura in forno, al contrario della pasta di sale o delle paste polimeriche, perciò...ne guadagna la bolletta dell'energia elettrica ;)
Altra cosa straordinaria, per me, è che i colori si "creano" a piacere, cioè:
per ottenere la pasta già colorata, basta aggiungere tempera , o colori acrilici, o pastelli ad olio grattugiati, e impastarla per bene.
Attenzione a mettere POCO colore, perché asciugandosi, la pasta di mais si restringe un pò e si scurisce.
Per rifinirla poi da asciutta, si usano acquerelli o tempere diluite, o colori acrilici o pennarelli indelebili, tipo quelli per scrivere su vetro. Per il maquillage invece( le guanciotte rosa ) si usa semplice fard, o pigmento in polvere.

Per proteggerla poi dalla polvere e dal tempo, e conservarne quindi la colorazione , si spruzza con spray trasparente acrilico, detto FLATTING, io personalmente ho usato la vernice spray cristallizzante della CWR, per la pasta al sale.
Per ora non ho altro da dire....sto comunque continuando a sperimentare ricette e colori diversi. Ciao :)

Pasta di mais, o porcelana fria, o biscuit, .....



Questi sono i miei primi pupazzetti in pasta di mais, che divertimento lavorarli ^_^

giovedì 22 gennaio 2009

Addio Campanita, ovunque tu sia, rimani nei nostri cuori








Si è spenta una grande artista:Campanita de Hojalata. Lei amava le fate, i boschi, la natura, e le ricreava con le paste polimeriche, e forse era una fata pure lei, perchè le sue mani erano prodigiose nel plasmare.
Il suo blog, il suo sito, il suo Flickr sono stati cancellati, ma io vorrei ricordarla con alcuni suoi lavori, trovati grazie alle sue amiche, perchè non ci si dimentichi di lei

sabato 3 gennaio 2009



venerdì 26 dicembre 2008

Tutorial per modellare col fimo una rosa screziata



Occorrente: fimo in 3 colori a scelta, 1 taglierino
prendere i 3 colori e mischiarli abbastanza velocemente, senza impastarli troppo, in modo che le striature siano evidenti
Formare un piccolo cono appuntito, sarà il bocciolo.
Fare ora una pallina e schiacciarla sul piano di lavoro, questo servirà anche a lisciarne la superficie, che rimarrà senza impronte digitali, e attacchiamo ora il petalo alla base del bocciolo, con la parte liscia verso l'interno.
Proseguire per quanti petali vogliamo, avendo cura di abbassare pian piano l'attaccatura dei petali verso la parte più bassa del bocciolo.
Ogni tanto, per dare naturalezza ai petali, pizzichiamo leggermente le loro punte.
Quando saremo soddisfatti della dimensione della nostra rosa, tagliamo l'eccedenza inferiore, quella specie di "gambo".

Archivio blog

Loading...